Teatro della Cometa: note galeotte per lezioni d’amore
imparare_ad_amarsifoto

“Imparare ad amarsi”. La recensione della prima del 29 gennaio 2020.
In scena al Teatro della Cometa fino al 16 febbraio.

La commedia “Imparare ad amarsi”, proposta al Teatro della Cometa, è una delle più belle degli autori francesi Pierre Palmade e Muriel Robin. Un grande successo che portò la coppia di autori a far diventare la commedia un sequel.

Il titolo originario della pièce era “Loro si amano” ed era ispirata a “Si amano” canzone di Daniel Lavoie. Invece l’edizione italiana – diretta dalla brava Siddhartha Prestinari – ha cambiato titolo, ispirandosi alla canzone di Bungaro, cantata al Festival di Sanremo 2019 da Ornella Vanoni.

Canta Bungaro : “Bisogna imparare ad amarsi in questa vita, bisogna imparare a lasciarsi quando è finita. E vivere ogni istante fino all’ultima emozione”.

Il testo della canzone è un po’ la sintesi di questo spettacolo. In scena gli abilissimi Pino Insegno e Alessia Navarro che propongono la storia di due persone che si amano e si sposano ma poi si separano per poi ritrovarsi.

Il brano musicale “Imparare ad amarsi” viene proposto anche in teatro però non nella versione della Vanoni, ma dello stesso Bungaro (tra l’altro il cantautore è stato presente alla prima al Teatro della Cometa ed è apparso in palcoscenico negli applausi finali).

Nella pièce si alternano simpatici siparietti con battute fulminanti ed esilaranti, dialoghi divertenti.

La particolarità della commedia è nella sua struttura con i due attori che interagiscono tra di loro ma anche con decine di altri personaggi invisibili ma reali. Come ha sottolineato la stessa regista Prestinari, nelle note di regia, questo testo sembra ispirarsi a “Le sedie” di Ionesco (dove due personaggi preparano freneticamente le sedie per una serie di ospiti invisibili).

I protagonisti inanellano una girandola di battute umoristiche. Ironia, humor, dissacrazione dei luoghi comuni per 75 minuti ad alto gradimento.

Claudio Costantino

About