“Il Vizietto”: Iachetti, Columbro, drag queen: spumeggiante musical al Sistina
Vizietto-6

“Il Vizietto”. La recensione della prima del 23 ottobre 2014
In scena al Teatro Sistina fino al 2 novembre

Ritorna a Roma il musical di J. Herman e H. HersteinLa cage aux follies” – (nell’edizione italiana intitolato “Il Vizietto” così come la celeberrima pellicola cinematografica), prodotto e diretto da Massimo Romeo Piparo – che, da tre anni, gira l’Italia con grande successo e che si conclude ora  al Sistina, concludendo un ciclo.

Tre anni fa il debutto a Roma, proprio a Il Sistina con in palcoscenico l’accoppiata Massimo Ghini e Cesare Bocci. Ora si può assistere allo show nell’edizione che vede come protagonisti l’altrettanto scoppiettante accoppiata di Enzo Iachetti nella parte di Zazà e Marco Columbro che è Renato il gestore de La cage aux folles.

Benvenuti allora a La cage aux folles, vista dal lato della platea e, con un formidabile escamotage, anche dietro le quinte.

Ma accanto alla storia d’amore, alle bizze ed ai teneri slanci di Zazà, c’è tutto il mondo variopinto e “folle” di questo locale della Costa Azzurra. Si assiste così alle performance delle drag queen (ma, a dire il vero, nel corpo di ballo ci sono anche ballerine per dare ancora più corpo all’ambiguità).

Insomma musical divertente, con due strepitosi interpreti ed un cast eccezionale; spettacolo coinvolgente che è una delicata storia d’amore di coppia e familiare;.Tra l’altro di viva attualità tenendo presente il dibattito in corso (anche nel Sinodo dei Vescovi 2014) sul matrimonio tra gay e sulle adozioni.

Brunella Brienza

About